Island, il tram senza conducente per l’era post-Covid a Hong Kong

Island è un tram senza conducente a due piani progettato per la città di Hong Kong per l’era post-Covid.
Il progetto altamente innovativo, figlio della mente del brillante designer italiano Andrea Ponti, incorpora design industriale, design dei trasporti, design pubblico, mobilità urbana e sostenibilità e include la progettazione degli spazi esterni, interni e delle fermate del tram.

Con la pandemia di Coronavirus, le persone preferiscono evitare i trasporti pubblici e affidarsi al trasporto privato. L’obiettivo di questo progetto è proprio quello di reinventare il trasporto pubblico, adattarlo all’era post-Covid in una prospettiva di prevenzione, necessaria per una città densamente popolata come Hong Kong, dove l’allontanamento sociale è difficile da sostenere.
Inoltre, come a molti sarà già noto, i tram sono uno dei simboli della città Hong Kong e quest’anno si celebrano i 115 anni dalla loro introduzione in città.

Il nome Island fa riferimento al design innovativo degli interni, dove grandi panchine circolari facilitano l’allontanamento sociale e i passeggeri si siedono rivolti verso l’esterno in uno schema radiale. Il design esterno è ispirato al paesaggio urbano di Hong Kong, caratterizzato da vaste superfici di vetro e da edifici con angoli arrotondati. La luce naturale inonda gli interni durante il giorno attraverso le finestre curve e la parte superiore a cupola, che di notte offrono viste mozzafiato della città.
La tecnologia senza conducente ottimizza lo spazio interno del tram, facilitando la gestione dei tempi di percorrenza e aumentando la sicurezza a bordo.

La struttura semplice della fermata del tram ha linee slanciate ed essenziali e anche questa è pensata per favorire il distanziamento: essendo aperto su entrambi i lati, facilita un flusso di persone lineare e ordinato e un ambiente più sano. Le indicazioni grafiche guidano i passeggeri attraverso il processo di imbarco e pagamento prima di salire a bordo, semplificando i flussi per salire a bordo e ottimizzando lo spazio disponibile all’interno.

Island rappresenta lo spirito lungimirante di Hong Kong e introduce un nuovo concetto di trasporto pubblico che supera la semplice pratica del distanziamento sociale e conta di reinventare i concetti di condivisione e socialità. Come suggerisce lo stesso Andrea Ponti, non dovremmo dividere e separare, ma piuttosto ripensare gli spazi pubblici con un approccio progettuale continuo, integrato ed efficace.

© immagini: Andrea Ponti – https://www.andreaponti.com/island.html