Tornare a viaggiare con lo IATA Travel Pass

Per tornare a viaggiare nell’era post Covid – 19, bisogna consentire alle compagnie aeree, che stanno affrontando una grave crisi, di verificare che tutti i viaggiatori siano negativi al Coronavirus. Per consentire tutto ciò, l’International Air Transport Association ha annunciato lo IATA Travel Pass, un sistema di certificazione globale riconosciuto universalmente. Esso fornisce ai governi e ai vettori informazioni sicure sullo stato di salute dei passeggeri e da la possibilità ai viaggiatori di conoscere quali sono le misure richieste prima di un viaggio, i dettagli a riguardo e la possibilità di condividere i risultati nel rispetto della privacy. In questa maniera, avendo a disposizione le informazioni sullo stato di salute dei passeggeri sulla piattaforma digitale Travel Pass, si potranno riaprire le frontiere in sicurezza, senza più bisogno di fare la quarantena obbligatoria.

IATA Travel Pass incorpora quattro moduli open source e interoperabili che possono essere combinati per una soluzione end – to – end:

  • Registro globale dei requisiti sanitari: consente ai passeggeri di trovare informazioni accurate sui requisiti di viaggio, test e vaccinazione.
  • Registro globale dei centri di test / vaccinazione: consente ai passeggeri di identificare centri di test e laboratori che soddisfano gli standard per i requisiti di test e vaccinazione della loro destinazione.
  • Applicazione di laboratorio: consente a laboratori e centri di test autorizzati di condividere in sicurezza i certificati di test e vaccinazione con i passeggeri.
  • App di viaggio senza contatto: consente ai passeggeri di creare un “passaporto digitale”; ricevere certificati di test e vaccinazione, e verificare che siano sufficienti per il loro itinerario; condividere test o certificati di vaccinazione con compagnie aeree e autorità; gestire la documentazione digitale senza problemi per tutto il viaggio.

Iata e Iag (International Airlines Group) hanno collaborato allo sviluppo di questa soluzione e intraprenderanno un test per dimostrare che questa piattaforma, combinata con i test rapidi Covid-19, può portare alla riapertura dei viaggi internazionali sostituire la quarantena.

Source: www.meetingecongressi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *